Students texts (melting pot)

Wiki

In the shelter

 

Christian V

Era appena scesa la notte quando udii un rombo in lontananza, subito dopo si sentirono le sirene e ricominciò la paura, quella paura che sentivo tutte le volte che iniziavano i bombardamenti.

Iniziai a correre, a scappare per raggiungere quel rifugio dove avrei incontrato ancora una volta quei volti terrorizzati.

Non li conoscevo, ma li sentivo vicini, uniti dallo stesso sentimento di paura.

Quella sera c'erano tantissimi bambini che piangevano e noi adulti cercavamo di far loro coraggio. Non era facile...il rumore era assordante.

Benedetta T

Caro diario,

oggi l'allarme è già suonato tre volte. Ora siamo di nuovo tutti dentro al rifugio. Sono le 21.00, mamma ha detto che passeremo la notte qua.

Motli dormono, altri litigano per il posto sulla panca...per me è dura, ma non mi lamento.

Fa freddo e si sente (o forse lo immaginiamo?) il rumore degli aerei che passano sopra le nostre teste.

Ho paura, tanta paura. L'altro giorno hanno colpito la chiesa della piazza e alcuni palazzi sono stati seriamenti lesionati, le persone iniziano a lasciare la città, anche una mia amica è andata via...spero di rivederla.

Mamma dice che andrà tutto bene e che presto finirà tutto...lo spero.

Qua siamo un po' ammassati; ci sono tanti bambini, alcuni piangono, altri dormono.

La maggior parte delle persone cerca di tenersi occupata, molti scrivono, come me.

La paura è il sentimento dominante.

Io cerco di stare tranquilla, quelli che perdono la calma peggiorano soltanto la situazione.

Ora provo a dormire, un po'.

Ciao

Francesca V

Per l'ennesima volta mi sono alzata improvvisamente dal letto e sono corsa verso il rifugio.

Sono entrata...c'erano già radunate molte persone. Sono rimasta vicina alla mamma, tremavamo.

Abbiamo tutti paura là dentro...paura di non vivere più una vita serena.

Elena

Oggi siamo andati al rifugio già due volte...questa è la terza.

Sono insieme a tutta la mia famiglia, fa molto freddo...in molti litigano per un posto da sedersi.

Vorrei dormire, ma non ci riesco, ho anche fame.

Mi tengo occupata scrivendo. Ora provo a dormire, altrimenti la notte non passà più.

 

 

0 Attachments
36 Views
File archive
Folder Number of folders # of Documents Action
Showing 0 results.